Sicurezza OnStage
Cliente: Q8 - KUWAIT PETROLEUM ITALIA


“Il Preposto, questo sconosciuto”

 

La sicurezza è “pesante” e “noiosa” da comunicare!

 

Non è vero! Perché utilizzando le tecniche teatrali e il Teatro si possono coinvolgere e stimolare le persone ad un approccio più proattivo alla Sicurezza e motivarle ad un comportamento sicuro.

 

A Roma nel 2018, 2019 e 2020 abbiamo realizzato, per Q8, tre edizioni di un progetto sulla sicurezza per gruppi di Preposti, con un format particolarmente interattivo che ha permesso di:

 

  • COMUNICARE con una modalità più emozionale e coinvolgente il tema della sicurezza in azienda e l’importanza della figura del Preposto;
  • MOTIVARE i partecipanti ad affrontare il tema della sicurezza e la sua comunicazione con un atteggiamento più proattivo;
  • STIMOLARE i partecipanti a una riflessione sulla cultura della sicurezza per riuscire a modificare i comportamenti critici.

Il format, di 1 giornata per 35 Preposti, comprende la partecipazione di un formatore esperto di sicurezza, che gestisce la parte istituzionale e di legge, mentre i formatori specializzati in Teatro d’Impresa gestiscono la formazione esperienziale sul tema della Comunicazione Efficace (ascolto, empatia, osservazione, gestione del feedback) e il Team Building. Il format prevede anche la realizzazione finale  di uno spettacolo scritto e messo in scena dai partecipanti sul tema della sicurezza, attraverso aneddoti realmente accaduti, che vengono utilizzati come “copioni” per individuare le criticità e trovare le soluzioni. 

 

  • Prima parte:  Formazione sulla sicurezza, come da legge,  durata 1h e ½ (in plenaria)
  • Seconda parte: Formazione esperienziale sul tema della comunicazione: come comunicare la sicurezza (ascolto, empatia, osservazione, gestione del feedback). Divisi in tre gruppi con 1 docente per gruppo.
  • Terza parte:  Team-building e storytelling, con scrittura delle scene da parte dei partecipanti attraverso aneddoti realmente accaduti, messa in scena e spettacolo finale.
  • Quarta parte: De-briefing di circa 1h. con il formatore sulla sicurezza, che utilizza le scene per focalizzare i temi importanti e per sottolineare i comportamenti corretti.

In Q8 la formazione è stata vissuta come unica, speciale e finalmente non “noiosa”; inoltre gli aspetti importanti sul tema della sicurezza e sulla figura del “Preposto” sono stati recepiti e interiorizzati, così come le skills necessarie per comunicare in maniera efficace e per stimolare positivamente i colleghi. Inoltre il format ha anche un altro valore aggiunto notevole che è quello di utilizzare il teatro come palestra per il team-building.

 

Nel questionario di valutazione e gradimento abbiamo chiesto ai partecipanti: 


“Se potessi esprimere con una frase quali principi/insegnamenti ti sei portato a casa?”

 

Alcune risposte:

  • Sicuramente una maggiore attenzione e consapevolezza del  ruolo.
  • Tanti insegnamenti. Sicuramente la significatività del ruolo del preposto così come l'attenzione ad aspetti della sicurezza sul lavoro. Ma anche team working, comunicazione, delega... ecc.
  • Pochi riferimenti normativi e procedurali ma chiari. Possibilità di incidere sui  comportamenti  con messaggi semplici.
  • Principi legati all'attività di gruppo, all'interfunzionalità, per come abbiamo operato nel costruire una sceneggiatura e metterla in campo.
  • Prima di tutto ho avuto la possibilità di analizzare alcuni miei atteggiamenti, poi ho verificato alcune tematiche comuni dell'ambiente di lavoro e della difficoltà condivise.
  • La proattività della scena teatrale richiama molto la stessa proattività che un preposto deve avere.
  • Oltre al mio ruolo rispetto alla sicurezza, porto a casa l'insegnamento della gestione dell'energia personale.
  • Con poco le persone possono dare ciò che inizialmente sembra difficile e raggiungere ciò che sembra irraggiungibile.
  • Metodologie di insegnamento come questa danno la possibilità di guardarsi dall'esterno in situazioni nuove offrendo spunti di riflessione che se colti possono aiutare sia alla crescita personale e professionale.
  • La comunicazione si deve adattare al contesto e agli interlocutori per essere efficace.
  • Che ci sono delle modalità di affrontare anche temi importanti in modo conviviale, purché questi siano affiancati da una presa di coscienza delle normative e delle regole che disciplinano l'argomento.

“In quale ambito ritieni di poter migliorare riguardo al modo di comunicare del Preposto?”

Alcune risposte:

  • Ho capito che il Preposto deve saper comunicare verbalmente, con il corpo e con l'esempio.
  • È importante essere positivi, cercare sempre il contatto visivo, mantenere l'attenzione della persona con cui si dialoga.
  • Sicuramente nella modalità con le quali effettuare le osservazioni e far percepire l'importanza di quanto osservato/consigliato.
  • Nella capacità di comunicare e spiegare la pericolosità potenziale di alcune azioni.
  • Nella quotidianità, nell'osservazione delle piccole cose anche se sembrano banali e scontate.
  • Evidenziare e premiare comportamenti corretti.
  • Chiarezza e familiarità.

Tutte le nostre proposte sulla Sicurezza



Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy);    -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK